DERATTIZZAZIONE BOLOGNA


Intervento di derattizzazione Bologna

I nostri interventi di derattizzazione sono mirati a e puntano all’ eliminazione completa del problema.

utilizziamo contenitori per esca topicida in modo che l’esca sia sempre protetta e fresca in modo da rendere impossibile l’accesso agli animali non target.

Usiamo trappole meccaniche e collanti messe in punti strategici all’ interno di abitazioni, ristoranti, stabilimenti e qualsiasi struttura sempre nel rispetto delle norme e delle procedure.

Cerchiamo sempre la certezza del risultato.

Qui elenchiamo i principali roditori infestanti che combattiamo:

topo domestico

Caratteristiche

Il topo domestico è presente in gran parte dell’Europa occidentale e mediterranea, in America, in Africa e in Oceania. Il suo mantello è bruno-grigiastro sul dorso e grigio bianca nella parte inferiore. La taglia è piccola: la lunghezza del corpo va dai 5 ai 12 m, la coda da 5 agli 11 cm. Questo animale non presenta dimorfismo sessuale: i sue sessi infatti, hanno caratteristiche esteriori molto simili. Date le sue piccole dimensioni riesce ad infiltrarsi facilmente all’interno delle strutture umane, colonizzando stalle, cantine, fienili, soffitte, dispense, guardaroba, magazzini dove crea soffici nidi con carta, foglie o stoffa. Si può nutrire di residui alimentari di ogni tipo. Il periodo di massima attività è quello notturno.

 Danni

Danni economici
Nonostante la base della dieta del topo domestico sia costituita da cereali e da frutti secchi o freschi, questo animale all’interno di abitazioni o magazzini si può nutrire di residui di derrate o scorte alimentari di ogni tipo, rendendole totalmente inutilizzabili e producendo danni economici di notevole entità.

Trasmissione malattie
I topi possono trasmettere malattie molto gravi, come la leptospirosi, la febbre da morso, la salmonellosi, la rabbia.

Danni strutturali
I topi possono danneggiare mobili, arredamento, cavi o sistemi elettrici.

Come prevenire l’infestazione

- sigillare fessure di porte, pavimenti, muri, finestre.

- Non lasciare avanzi di cibo in casa sul pavimento o sulle superfici

-Tenere cereali, farina, noci, pasta, frutta secca in contenitori ben chiusi

- tenere il cibo degli animali domestici in contenitori ben chiusi

Rattus norvegicus – topo di fogna

Caratteristiche
Questo animale, diffuso in tutto il mondo, è di taglia media, con un mantello bruno-grigio-rossiccia nelle parti superiori e grigiastra in quelle inferiori. La lunghezza del corpo va dai 21 ai 27 cm, quella della coda dai 17 ai 22 cm: si tratta di dimensioni nettamente superiori a quelle degli altri roditori. Le orecchie sono arrotondate e poco pronunciate. Il topo di fogna di adatta facilmente a qualsiasi tipo di ambiente, prediligendo la presenza d’acqua. E’ infatti possibile trovarlo lungo i fiumi, le sponde dei canali, i fossi e le scogliere. Colonizza diversi ambienti legati alla presenza dell’uomo come fogne, mercati, mattatoi, banchine ferroviarie, e nei contesti più degradati raggiunge anche gli edifici. E’ onnivoro: predilige carne, pesce e salumi, ma si nutre anche di semi, frutti, germogli, piccoli vertebrati. E’ attivo principalmente di notte ed è un ottimo nuotatore.

Danni

Contaminazione delle derrate
Il roditore può sottrarre o contaminare in diversi modi grandi quantità di derrate alimentari, con feci, urine e con la trasmissione di pericolose malattie. Possono anche rovinare gli imballaggi e le confezioni dei prodotti, arrecando danni di notevole entità.

Trasmissione malattie
I topi possono trasmettere malattie molto gravi, come la leptospirosi, la febbre da morso, la salmonellosi, la rabbia.

Danni strutturali
I topi possono danneggiare mobili, arredamento, cavi o sistemi elettrici.

 Come prevenire l’infestazione

- Controllare la struttura dell’edificio: buchi crepe, porte, aperture a parete e nel soffitto

- Non lasciare avanzi di cibo in casa, sul pavimento o sulle superfici

-Tenere cereali, farina, noci, pasta, frutta secca in contenitori ben chiusi

- tenere il cibo degli animali domestici in contenitori ben chiusi

Rattus rattus – ratto dei tetti

Caratteristiche
Originario del continente asiatico, il ratto dei tetti nel corso degli anni si è diffuso in tutto il mondo. In Italia è presente in tre diversi colori dovute alle condizioni bioclimatiche e all’alimentazione: rattus tipico, di colore ardesia brillante, presente prevalentemente nel nord est; habitus alexandrinus con dorso grigio scuro e ventre fulvo presente prevalentemente nel centro sud: habitus frugivorus, con le parti inferiori del corpo color crema o bianche diffuso in ambienti mediterranei antropizzati. La taglia è media, la lunghezza del corpo va dai 16 ai 24 cm e la coda dai 19 ai 25 cm. Le orecchie sono molto sviluppate, gli occhi grandi e sporgenti, il muso è appuntito. Vive principalmente nei parchi e nei giardini, penetra nelle soffitte e negli edifici agricoli, specie se contengono derrate alimentari. In contesti molto degradati, può addirittura introdursi in abitazionie negli stabilimenti industriali alimentari. Il topo dei tetti è onnivoro, si nutre di cereali e farine, semi, frutta fresca e secca. E’ un ottimo arrampicatore ed è attivo prevalentemente nelle ore crepuscolari e notturne.

Danni

Danni economici
Il topo dei tetti all’inteno di abitazioni o magazzini si può nutrire di residui di derrate o scorte alimentari di ogni tipo, rendendole totalmente inutilizzabili e producendo danni economici di notevole entità.

Trasmissione malattie
I topi possono trasmettere malattie molto gravi, come la leptospirosi, la febbre da morso, la salmonellosi, la rabbia.

Danni strutturali
I topi possono danneggiare mobili, arredamento, cavi o sistemi elettrici.

Come prevenire l’infestazione

- Sigillare fessure nel pavimento, sul soffitto, controllare gli ascensori

- Non lasciare avanzi di cibo in cucina

-Tenere cereali, farina, noci, pasta, frutta secca in contenitori ben chiusi

- tenere il cibo degli animali domestici in contenitori ben chiusi

img-hccp

Procedure HACCP

img-volatili

Allontanamento volatili

img-derattizzazione

Derattizzazione